Medicina estetica non invasiva

Lo studio utilizza alcune tecnologie medicali per la cura degli inestetismi cutanei.

RADIOFREQUENZA

Questa metodica, che sfrutta il principio della cessione di calore a livello del derma, è utilizzata per contrastare l’invecchiamento cutaneo in modo naturale e non invasivo – senza l’inoculazione intradermica di sostanza.

Il calore stimola la produzione, da parte dei fibroblasti del derma, delle sostanze di sostegno (collagene, elastina, acido ialuronico), che vengono prodotte in quantità sempre minore con il passare degli anni.

È un trattamento molto efficace per migliorare globalmente l’aspetto della cute, attenuando le rughe, contrastando il rilassamento e favorendo la microcircolazione. È molto utile anche in caso di acne attiva.

 

LUCE PULSATA

Il flash luminoso permette di trattare la zona interessata dall’inestetismo cutaneo senza danneggiare i tessuti circostanti.
La luce pulsata, nata – e tuttora utilizzata in studio a questo scopo – per l’epilazione definitiva di tutti i distretti corporei e del viso, trova applicazione anche nel campo dell’anti-aging – in combinazione con radiofrequenza e ossigenoterapia – e nel trattamento delle macchie cutanee: solari, di origine ormonale e da invecchiamento, delle iperpigmentazioni da accumulo di melanina, della couperose e della rosacea.

 

CAVITAZIONE

Un’altra tecnologia utilizzata in studio è la cavitazione, trattamento elettivo per la riduzione delle adiposità localizzate e della cellulite.
Attraverso l’impiego di ultrasuoni a bassa frequenza, si ottengono ottimi risultati in tutti i casi in cui è necessario un rimodellamento di una zona corporea in cui si è creato un accumulo localizzato di adipe.
Il trattamento è indolore, sicuro e privo di effetti collaterali.

Competenze

Postato il

12/01/2014